Antonino & Pierfilippo

ASG viene fondato nel 2013 da Antonino Salemi e Pierfilippo Cipollini. Il progetto opera sull’alta qualità della confezione sartoriale di capi d’abbigliamento, in relazione alla necessità di ricerca e creatività della moda. La produzione della linea è interamente realizzata in Italia grazie alla collaborazione di diverse realtà industriali e artigianali italiane. La scelta dei materiali viene fatta dedicando particolare attenzione e cura alla provenienza e ai processi di lavorazione: filati di pura lana, seta e pelletteria di alta qualità. 

L’espressione dell’equilibrio tra tessuti tecnici e naturali rende le linee di ASG forti e strutturate ma anche eleganti e dinamiche. Lo studio degli spazi pieni e vuoti afferma inoltre una proiezione dell’architettura nella costruzione dell’abito. Forme geometriche molteplici e distinte si intersecano con delicatezza alle figure che segnano un sottile confine nel gioco dei contrasti. La moda trasfigura la realtà, ritrovandone e valorizzandone Bellezza e Armonia che divengono valori fondamentali e fondanti del reale. Un semplice capo d’abbigliamento si trasforma, divenendo portatore di un messaggio e, dunque, forma di linguaggio.

Antonino Salemi nasce a Torino nel 1986. Nel 2009, dopo un anno accademico alla Facoltà di Architettura, si laurea in Arti Visive all’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino con il massimo dei voti. In quell’occasione presenta una fashion performance, realizzata per la prima volta nella storia dell’Accademia. Disegna e realizza sei abiti ispirati al Futurismo per il suo Immobile Fashion Show. Nel 2010 forma un collettivo artistico con altri tre membri specializzati in diverse discipline, e ricopre il ruolo di fashion designer e curatore dei progetti legati al fashion. Nel 2011 realizza il costume per il fashion film “#1″ che sarà presentato alla Quadriennale di Arti Performative di Praga e all’esposizione collettiva parallela alla Biennale di Istanbul.

Il 2012 è il periodo in cui inizia un percorso di ricerca individuale dedicandosi completamente alla sperimentazione del tessuto sul modello e alla ricerca della propria identità d’immagine, creando, a fine 2013, il brand ASG che porta le iniziali del suo nome e del cognome di entrambi i suoi genitori.